logo lega salvini premier
Sen. Simone Pillon

Pretendono la ricetta medica per la tachipirina 1000 e lasciano che una ragazza a 13 anni si prenda la bomba ormonale della “pillola dei 5 giorni dopo”.

Secondo il ministero della Salute, le ragazze minorenni possono assumere la pillola dei 5 giorni dopo (ellaone) senza più obbligo di ricetta medica, come se fosse una Zigulì.
Si tratta di un farmaco che secondo molti ricercatori è in grado di provocare l’aborto precoce.
Come che sia produce sicuramente una bomba ormonale, capace di scatenare effetti collaterali tra cui (leggo il foglietto illustrativo) “sanguinamento vaginale, disturbi emotivi, ansia, agitazione, difficoltà ad addormentarsi, sonnolenza, emicrania, disturbi visivi, lesioni della pelle, febbre, brividi, malessere, rottura di cisti ovarica, perdita di concentrazione, vertigini, tremori, disorientamento”.
Il tutto senza neppure consultare un medico e senza informare i genitori.
Roba da matti.
Per la tachipirina 1000 serve la ricetta.
Per la Elleone no. Anche se sei minorenne.
Perchè lo hanno fatto? Perchè le ragioni economiche delle case farmaceutiche, unitamente alle ragioni ideologiche delle sinistre abortiste costituiscono ragioni più che sufficienti per mettere la salute delle ragazze in secondo piano.